L'Officina > Additivi, Carburanti e prodotti vari

Carburante alternativo - Opinioni in merito -

(1/36) > >>

legis:
Quanto qui scritto viene da Quattroruote che, a sguito del video di Striscia la Notizia ha dato dei chiarimenti ai suoi lettori.

                  ---------------------------------------------------

Nel filmato un concessionario e alcuni meccanici sconsigliano l'uso dei gasoli speciali senza zolfo, paventando il pericolo di danni all'impianto d'iniezione. Ovviamente ci riserviamo di approfondire, ma per ora ci limitiamo a dire che dal punto di vista della protezione di pompa e iniettori tutti i gasoli devono essere almeno equivalenti: per legge, devono avere lo stesso potere lubrificante, detto anche "lubricity". Per determinarlo, dal 1997 si utilizza un test di laboratorio (definito HFRR, High Frequency Reciprocating Rig) che misura l'usura di una sferetta di acciaio che sfrega su una base bagnata dal gasolio in prova.
La norma europea EN 590, che tutti i gasoli devono rispettare, prevede che l'usura rilevata con questa prova non sia superiore a 460 millesimi di millimetro, indipendentemente dal tenore di zolfo del gasolio in prova. Contenuto di zolfo che, per ridurre l'inquinamento, è stato progressivamente ridotto, di comune accordo con aziende petrolifere, case automobilistiche e costruttori d'impianti d'iniezione: trent'anni fa era pari allo 0,8% (8000 ppm, parti per milione) e oggi è di solo 0,005% (50 ppm), ma da tempo sono disponibili combustibili detti "senza zolfo" (come l'Agip "Bludiesel" e l'Esso "energy E-Diesel"), che ne contengono al massimo 10 ppm e che saranno obbligatori dal 2009.
È vero che la diminuzione del tenore di zolfo ha comportato pure la rimozione di sostanze che danno al gasolio un certo potere lubrificante; per questo, il combustibile viene additivato con composti (tra cui il biodiesel) che lo riportano al valore richiesto dalla norma. Poi, lo standard di "lubricity" è stato concordato con i costruttori d'impianti d'iniezione, che non a caso hanno ribadito in un documento del 2004 che i loro prodotti (common rail, iniettori pompa eccetera) sono sviluppati per funzionare correttamente solo con i gasoli a norma EN 590 e che in caso d'impiego di altri combustibili, o di gasolio contaminato da acqua o impurità, la garanzia sugli impianti decade. In definitiva, a prescindere dal contenuto di zolfo, da anni il gasolio deve avere per legge lo stesso potere lubrificante. I guai a pompa e iniettori citati su Canale 5, quindi, dovrebbero avere altra origine, magari proprio la contaminazione con acqua o altri inquinanti.

                         ----------------------------------------------


Personalmente, dato l'eccssivo costo del carburante in generale e di questi in particolare, preferisco il diesel normale.
Dato che non c'è un linea continua fra concessionari e produttori di questo gasolio io non lo utilizzo poichè non vorrei in alcun modo rischiare di danneggiare il mio motore!!!
Questa resta una mia opinione!!!

Ciao

principedeimeccanici:
Allora, io personalmente alterno diesel normale con bludiesl tech, proprio come mi aveva consigliato il mio mecca ford! io però ho la tddi, quindi iniezione diretta!

Titanium:
Quoto alla grande quanto scritto dal buon legis, anche io uso e userò il diesel normale, di compagnie petrolifere conosciute, e che hanno quindi il monopolio su tutto, evitando le compagnie neo elette, che tutto ti mettono all'infuori che un buon carburante.

Max59:
Anch'io uso il gasolio normale.... è il primo diesel che ho e mi interessano molto le vostre opinioni!:):)

Claudio M:
Caro legis l'argomento che tu hai posto, direi che e' alquanto cazzuto (come si dice dalle mie parti), cioe' estremamente intricante.
Se ne e' parlato a iosa sia su quattroruote che su idaf, e in tutti e due i forum io ho largamente partecipato, perche' fortemente interressato.
Ogni volta che se ne parla mi si drizzano le orecchie, forse perche' mi ritronano ossessive le parole che il capoofficina mi disse alla consegna e presentazione della c-max nel febbraio 2007.
Mi sconsigliava vivamente l'uso di gasoli diversi dal normale, pena il rischio di alcune parti del motore.
Ma casualmente mi trovai anche ad ascoltare un programma su radio Rai dove l'argomento era proprio questo e dove un ingegnere motoristico parlava proprio della problematica di questi gasoli a basso tenore di zolfo che seri problemi poteva arrecare alla iniezione dei motori disel, a meno di non usare a ogni pieno additivi, e quest'ultima e' una cosa che mi scazza alquanto, ulteriori costi per capricci che non servono a nulla.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa