Autore Topic: Nuove norme in vigore dal 01/07/10  (Letto 1100 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline macteo

  • Admin FB Page
  • Moderatore
  • Fordista Sovrano
  • ******
  • In Idaf da: Ott 2008
  • Post: 6325
  • Età: 35
  • Località: Milano
  • sono come tutti, diverso da chiunque
  • Auto: Kuga
  • Motore: 2.0 tdci 163cv
  • Altro Motore: AWD-powershift
  • Anno: 2014
  • Alimentazione: Diesel
  • Km: 10.000 - 50.000
  • Allestimento: Titanium
  • Colore: dark grey
  • Idafizzato: NO
Nuove norme in vigore dal 01/07/10
« il: 10 Novembre 2010, 10:04:11 »
Riporto questo articolo. Sempre utile per aggiornarsi o per un ripassino.

La legge n. 120 del 29 luglio 2010 ha modificato numerosi articoli del Codice. Le principali novità introdotte sono mirate a prevenire l’incidentalità stradale e a promuovere comportamenti più consapevoli e responsabili soprattutto da parte dei giovani, particolarmente esposti al rischio sulla strada: circa il 30% degli incidenti avviene, infatti, secondo statistiche, nei primi tre anni dal conseguimento della patente. Ecco, in sintesi, le novità da sapere per chi si mette alla guida:

AL VOLANTE

Guida in stato di ebbrezza – Se dopo una verifica viene ravvisato un tasso alcolemico tra 0,5 e 0,8 g/l, la sanzione amministrativa va da 500 a 2.000 euro. Se si provoca un incidente stradale, le pene vengono raddoppiate e sale a 180 giorni la durata del fermo amministrativo del veicolo. Con un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l, in caso di incidente, è prevista la revoca e la sospensione della patente fino a 2 anni. In caso di revoca, la nuova non potrà essere conseguita prima che siano trascorsi 3 anni. La revoca della patente a seguito di guida sotto l'influsso di alcool, sarà considerata giusta causa di licenziamento dei conducenti professionisti.
Under 21 e neopatentati – Scatta il divieto assoluto di mettersi alla guida dopo aver bevuto alcolici per chi ha meno di 21 anni o ha conseguito la patente da meno di 3 anni e per i conducenti professionisti. Per i trasgressori è prevista una decurtazione di 5 punti dalla patente.
Cintura di sicurezza sulle minicar - Arriva l'obbligo anche per chi è al volante di una minicar di allacciare la cintura di sicurezza.

LA PATENTE

Patente ritirata - Chi ha subito il ritiro della patente non può condurre ciclomotori e microcar e non può conseguire il certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori. La riacquisizione dei punti persi sulla patente avviene al termine di una prova d'esame.
Permesso di guida a ore - Chi ha subito il ritiro della patente può ottenere dal Prefetto un permesso di guida a ore, al massimo di 3 ore giornaliere per documentate ragioni di lavoro o per motivi sociali. Il periodo di sospensione della patente viene aumentato delle ore nelle quali è stata consentita la guida.

SULLE DUE RUOTE

Ciclomotori “truccati” – Multe da 1.000 a 4.000 euro per chi li produce; da 779 a 3.119 euro per chi li modifica; da  389 a 1.559 euro per chi li guida.
Casco in bici fino a 14 anni - È stata rivista anche la norma sul casco in bici obbligatorio per tutti. La nuova riformulazione inserisce l'obbligo per i bambini fino a 14 anni.
Bambini in moto - È consentito portare in moto bambini da 6 a 12 anni (fino a 5 anni la normativa prevede già che non possano salire) alloggiandoli su un apposito sedile di sicurezza omologato, con appoggi per gli arti superiori e inferiori. I motocicli a 2 e 3 ruote con a bordo bambini di statura inferiore a 1,5 metri non possono superare i 60 km/h.

MULTE E PENE

Pene alternative - Su richiesta al Prefetto la pena detentiva o pecuniaria può essere sostituita, per non più di una volta, con lavori di pubblica utilità nel campo della sicurezza e dell’educazione stradale. La durata è pari alla sanzione detentiva irrogata e alla conversione della pena pecuniaria che vale 250 euro per giorno di lavoro.
Contestazioni - I verbali di contestazione delle violazioni al codice della strada devono essere notificati entro 60 giorni (e non più entro gli attuali 150 giorni). Quando l'infrazione è contestata immediatamente al trasgressore il verbale deve essere notificato al proprietario del veicolo, all'usufruttuario, all'acquirente con patto di riservato dominio o all'utilizzatore a titolo di locazione finanziaria entro 90 giorni dalla violazione. Sono rateizzabili le multe a partire da 200 euro, a patto che si abbia un reddito, risultante dall'ultima dichiarazione, non superiore a 10.628,16 euro
Ricorso ai giudici di pace - È stata soppressa la norma che riduceva da 60 a 30 giorni il termine per proporre ricorso ai giudici di pace.

I LOCALI

Bar e ristoranti - I locali che servono alcolici devono mettere a disposizione un apparecchio di rilevamento del tasso alcolemico per verificare volontariamente il proprio stato di idoneità alla guida. In autostrada vige l’obbligo di non vendere alcolici nelle aree di servizio nel corso della notte.

ULTIMISSIME

Dal 12 ottobre ’10 è vietato indossare in motorino il cosiddetto casco a scodella, il DGM (si tratta della sigla di omologazione che lo identificava). Già da settembre 2001 ne era stata vietata la vendita, consentendone l’utilizzo esclusivamente per con i motorini di 50 cc. D’ora in poi non sarà più possibile indossarlo nemmeno in questo caso. Per sapere se un casco è illegale o meno, basta guardare se l’etichetta reca la scritta DGM. Per chi sarà trovato a circolare con un casco del genere, è prevista una sanzione di 74 euro, oltre al fermo amministrativo del mezzo. I caschi saranno confiscati.

Sempre dalla stessa data, i ciclisti che circolano fuori dai centri abitati da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere e quelli che circolano nelle gallerie avranno l’obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità. La sanzione per i ciclisti sorpresi senza bretelle o giubbotto è di 23 euro.

Le modifiche al Nuovo Codice della Strada sono davvero tante e soprattutto eterogenee ma c’è da scommettere che non dovremo aspettare molto tempo prima di vedere altri interventi.
Ben venga, in ogni caso, ogni irrigidimento della normativa che possa davvero servire a salvaguardare le nostre vite.

FONTE: http://lineadipartenza.dmgroup.it/novembre_2010/app_3.htm
[2014->>>] KUGA II 2.0 TDCI AWD (163cv powershift) TITANIUM

[2014->>>] B-MAX 1.0 (100cv ecoboost) TITANIUM

[2008-2014] C-MAX I 2.0 TDCI (136cv Powershift) TITANIUM

[2005-2014] Fiesta MK6 1.2 16v (75cv Zetec) COLLECTION