Autore Topic: Guidare a 17 anni.  (Letto 981 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline 27 Rosso

  • Fordista Sovrano
  • ******
  • In Idaf da: Feb 2009
  • Post: 11190
  • Età: 49
    • 27 Rosso Garage.
  • Auto: Focus II
  • Motore: 1.6 tdci 90cv
  • Anno: 2007
  • Alimentazione: Diesel
  • Km: 50.000 - 100.000
  • Allestimento: plus
  • Colore: moondust silver
  • Idafizzato: SI
Senza la    non esisterebbe la F1 Focus II 1.6 TDCI 120cv

Offline Vadocomeundiavolo

  • Collaboratore dello Staff
  • Super Fordista
  • *****
  • In Idaf da: Feb 2012
  • Post: 3531
  • Età: 45
  • Località: Wolfsburg-Niedersachsen-Deutschland
  • Auto: Non ho una Ford
  • Altro Motore: 1.4
  • Anno: 2016
  • Alimentazione: Benzina
  • Km: 0 - 10.000
  • Allestimento: R-Line
  • Colore: Argento
  • Idafizzato: NO
Guidare a 17 anni.
« Risposta #1 il: 21 Aprile 2012, 11:00:12 »
Ci sono voluti quasi due anni, ma alla fine la Guida accompagnata è arrivata. Prevista dall'ultima riforma del Codice della strada, approvata dal Parlamento nel luglio 2009, la possibilità di mettersi al volante di un'auto a 17 anni sarà realtà a partire dal 23 aprile (per la legge, in realtà, dal 21 aprile che però sarà un sabato). Da quel giorno i ragazzi che hanno compiuto 17 anni e che hanno già in tasca la patente A1 possono presentare alla motorizzazione civile la domanda per ottenere l'autorizzazione a guidare, un documento rilasciato dietro richiesta del genitore o del tutore del minorenne e dopo la frequenza obbligatoria di un apposito corso di guida in autoscuola, la quale in genere si occupa di tutte le procedure burocratiche.

Apposito contrassegno. Con l'autorizzazione in mano si potranno guidare, non oltre il compimento del diciottesimo anno d'età e accompagnati da una delle persone indicate nella stessa autorizzazione di età non superiore a 60 anni e in possesso di patente B o superiore da almeno dieci anni, solo i veicoli guidabili dai neopatentati: cioè autocarri di potenza specifica non superiore a 55 kW/t oppure autovetture che rientrino nello stesso limite di potenza specifica e l'ulteriore limite della potenza, che non deve essere superiore a 70 kW. Sul veicolo potranno prendere posto solo guidatore e accompagnatore e dovrà essere obbligatoriamente apposto, sia nella parte anteriore sia nella parte posteriore, l'apposito contrassegno GA su fondo giallo.

Il corso, che vale anche ai fini delle esercitazioni per l'esame per la patente di categoria B, prevede almeno dieci ore di esercitazione (ma l'autoscuola può suggerire un supplemento di lezioni), non è richiesto alcun esame e si conclude con il rilascio di un attestato di frequenza. Solo la presentazione di questo documento in motorizzazione consente di ottenere l'autorizzazione per esercitarsi. Le lezioni sono individuali e non possono superare le due ore consecutive. Il programma prevede:
1. Uso del veicolo (1 ora) - Partenza, uso della frizione, uso del volante, frenata, inserimento e disinserimento delle marce, retromarcia.
2. Comportamento nel traffico (3 ore) - Posizione sulla carreggiata, svolta a destra, svolta a sinistra, circolazione in strade strette, partenze in salita con freno a mano e senza freno a mano, comportamento agli incroci regolati e non da segnaletica verticale, regolati da impianti semaforici, incroci con circolazione rotatoria, controllo della precedenza agli incroci con diritto e non di precedenza, valutazione della distanza di sicurezza, parcheggi, inversioni di marcia.
3. La guida in condizioni di visione notturna (2 ore) - Circolazione in strade urbane strette e larghe, con veicoli parcheggiati ai lati e non, affrontando incroci regolati da segnaletica verticale e da impianti semaforici.
4. Guida su strade extraurbane (2 ore) - Circolazione su strade di scorrimento, o su strade extraurbane secondarie, superando la velocità di 50 km/h, inserimento della 5ª marcia e adeguamento delle marce alla velocità, utilizzo del veicolo e del motore a regime di coppia massima consumando e inquinando il minimo possibile.
5. Guida su autostrade o su strade extraurbane (2 ore) - Circolazione su autostrade o su strade extraurbane principali o su strade extraurbane secondarie, immissione in corsia di accelerazione, ingresso in autostrada o su strade extraurbane principali o su strade extraurbane secondarie, circolazione in corsia di marcia, sorpasso in corsia di sorpasso, circolazione in una corsia di decelerazione, uscita percorrendo la corsia di decelerazione.

Le sanzioni Particolarmente severe le sanzioni per chi non rispetterà i paletti della legge. In particolare, l'autorizzazione è revocata e non sarà più possibile conseguirla in caso di violazioni che prevedano la sospensione o la revoca della patente di guida.
- Guida senza autorizzazione: 398 euro di multa;
- istruttore che accompagna conducente senza autorizzazione: 398 euro di multa;
- minore autorizzato alla guida senza accompagnatore: 398 euro di multa, fermo del veicolo per tre mesi e revoca dell'autorizzazione;
- mancanza di contrassegno sul veicolo: 78 euro di multa e fermo del veicolo per 30 giorni;
- contrassegno irregolare: 80 euro di multa;
- guida di veicoli potenti: 152 euro di multa;
- mancanza momentanea dei documenti: 39 euro di multa;
- trasporto di persona diversa dall'accompagnatore: 78 euro e fermo del veicolo per 30 giorni;
- superamento limiti di velocità da minore autorizzato alla guida: 148 euro e fermo del veicolo per 30 giorni.

Più preventivi. Il consiglio? Il solito: farsi fare più preventivi dalle autoscuole tenendo conto anche del fatto che alcune offrono l'opzione "Guida accompagnata + patente B". Ma, nella scelta, non basarsi unicamente sul prezzo. Ciò che conta veramente è la qualità della formazione.

Fonte quattroruote.
Io sono favorevole, a 18 anni si avranno utenti della strada più consapevoli e esperti.
Volkswagen Golf Variant  R-Line TSi.


Offline focus style

  • Super Fordista
  • *****
  • In Idaf da: Mar 2007
  • Post: 4718
  • Età: 31
  • Auto: Focus II
  • Motore: 1.8 tdci 115cv
  • Anno: 2006
  • Alimentazione: Diesel
  • Idafizzato: SI
Re:Guidare a 17 anni.
« Risposta #2 il: 21 Aprile 2012, 11:12:58 »
Io sono favorevole, a 18 anni si avranno utenti della strada più consapevoli e esperti.
Concordo. Quando ho preso la patente mi hanno fatto fare un paio di giri per la città. Pochi metri, vista la mole di traffico che c'è per Napoli. Un solo parcheggio e MAI tangenziale ed Autostrade. L'esame, poi, una pagliacciata di quelle mai viste. Un incrocio, dove ero da solo e avevo la precedenza ed un inversione in due tempi (quando un TIR con rimorchio ce l'avrebbe fatta in un tempo solo) con l'ingegnere che m'incitava ad andare più veloce perché aveva altri esami da fare...

Alla fine, fortunatamente, sapevo già guidicchiare ma, col senno di poi, mi rendo conto che non ero quello Schumacher che a 18 anni credevo di essere...