Autore Topic: Siamo alla canna del gas  (Letto 1366 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Vadocomeundiavolo

  • Collaboratore dello Staff
  • Super Fordista
  • *****
  • In Idaf da: Feb 2012
  • Post: 3531
  • Età: 45
  • Località: Wolfsburg-Niedersachsen-Deutschland
  • Auto: Non ho una Ford
  • Altro Motore: 1.4
  • Anno: 2016
  • Alimentazione: Benzina
  • Km: 0 - 10.000
  • Allestimento: R-Line
  • Colore: Argento
  • Idafizzato: NO
Siamo alla canna del gas
« il: 17 Luglio 2012, 22:03:28 »

ROMA - Spunta l'ipotesi di un accorpamento delle festività per aumentare i giorni lavorativi e dunque il prodotto interno lordo.L'idea è stata confermata in ambienti governativi e potrebbe essere esaminata già dal prossimo cdm di venerdì sulla base del parere di quattro ministeri chiave.

Il sottosegretario Antonio Catricalà avrebbe chiesto ai tecnici di diversi dicasteri di presentare entro breve un parere in modo che il provvedimento possa arrivare sul tavolo del Consiglio dei ministri già questo venerdì. Non si conoscono ancora i dettagli del testo. Tuttavia, alcune settimane fa, il sottosegretario all'Economia Gianfranco Polillo, aveva sottolineato che riducendo il numero di giorni non lavorati di una settimana avrebbe portato ad un aumento del pil di circa un punto percentuale.

Polillo. «Mi auguro che il problema venga preso di petto» perché aumentare le ore di lavoro degli italiani, magari accorpando anche le festività «è una delle chiavi per risolvere la crisi», dice lo stesso Polillo, soddisfatto della proposta.

Cgil. «Come sindacato, siamo perplessi e contrari - spiega Cristian Sesena, segretario nazionale della Filcams Cgil e responsabile del turismo del sindacato - per una serie di ragioni. Innanzitutto, per ragioni di natura valoriale. Stiamo parlando di festività laiche e religiose che verrebbero accorpate diluendo così il valore sociale, culturale e storico per il Paese. Poi, se l'obiettivo è quello di aumentare le ore lavorate e così di conseguenza il Pil, anche qui restiamo perplessi, perché si va a diminuire quello che è l'apporto del turismo al prodotto interno lordo». Secondo Sesena, «già oggi il turismo è in crisi, resiste solo il 'mordi e fuggì e cioè il week-end con l'allungo di qualche festività». «Se si accorperanno le festività - avverte - si darà un'ulteriore mazzata a questo settore, che non viene mai valorizzato per la crescita dell'economia del Paese».

Cisl. E a rincarare la dose è Pierangelo Raineri, segretario generale della Fisascat Cisl: «È una misura - spiega - che rischia di bloccare i flussi turistici che muovono tante attività, e di rallentare quindi l'industria turistica. Una norma che avrà effetti su un settore come quello del turismo che già di suo ha tanti problemi e difficoltà. Invece che aumentare il Pil, questa norma rischia di ridurre l'apporto dato dal turismo -sottolinea- che rappresenta il 12% del prodotto interno lordo». «Il problema in Italia -conclude- oggi è costituito dal reddito dei lavoratori dipendenti che viene 'mangiatò dalla tasse. Per questo, il governo dovrebbe intervenire sulla leva fiscale».

Anpi. «Non abbiamo ovviamente obiezioni di fronte ai sacrifici che possono essere chiesti ai cittadini in una fase difficile per il Paese ma che si debba rinunciare alla storia, a quelli che sono i fondamenti comuni del nostro vivere civile, ci sembra davvero troppo». A sostenerlo è l'Anpi, che spiega: «Ci sono festività che nascono da consuetudini o semplici abitudini, che forse possono consentire qualche operazione. Altre rappresentano il nostro passato migliore, i valori su cui si fonda la nostra Repubblica: sono, in una parola, la nostra storia. E non vanno toccate. Non ci si dica che non ci sono altri strumenti per incrementare la produttività e far crescere il Pil; ci sono provvedimenti in corso di esame, da tempo preannunciati, di cui si può accelerare l'iter; e ce ne sono altri, da molti invocati (la patrimoniale, per fare un esempio) che a torto si finge di ritenere improponibili. Si faccia quello che occorre, per salvare il Paese da una crisi che non ci dà tregua. Ma si lasci al Paese la sua storia, si conservino i suoi valori, quelli a cui la stragrande maggioranza dei cittadini continua a richiamarsi».

http://www.ilmessaggero.it/economia/crisi_feste_accorpate_per_aumentare_pil_anpi_e_sindacati_guai_a_chi_le_tocca/notizie/208878.shtml


Non sanno piu che inventarsi.

Volkswagen Golf Variant  R-Line TSi.


Offline Pasquale S

  • Super Moderatore
  • Fordista Sovrano
  • *******
  • In Idaf da: Lug 2010
  • Post: 12584
  • Età: 33
  • Località: Sud Italy
    • My Garage
  • Auto: Focus II
  • Motore: 1.6 tdci 90cv
  • Anno: 2007
  • Alimentazione: Diesel
  • Km: oltre 200.000
  • Idafizzato: SI
Re:Siamo alla canna del gas
« Risposta #1 il: 17 Luglio 2012, 22:08:36 »
ma davvero
non sanno più che inventarsi,maledetti
si stanno attacando a ogni cosa

fofo sw 1.6 90 cv
After Market:vetri oscurati-fari lenticolari xenon con angel eye-luci pozzetto anteriori e posteriori illuminazione led-sensori parcheggio con display-led rossi su maniglie interne-chiave  a scatto-cruise control illuminato-luci alette parasole + 3° plafoniera-airbag pass. Off-Cdb a Colori-illuminazione ambiente rossa-sensore fluido lavavetri.


http://www.idaf.it/index.php?topic=30565

Online Vadocomeundiavolo

  • Collaboratore dello Staff
  • Super Fordista
  • *****
  • In Idaf da: Feb 2012
  • Post: 3531
  • Età: 45
  • Località: Wolfsburg-Niedersachsen-Deutschland
  • Auto: Non ho una Ford
  • Altro Motore: 1.4
  • Anno: 2016
  • Alimentazione: Benzina
  • Km: 0 - 10.000
  • Allestimento: R-Line
  • Colore: Argento
  • Idafizzato: NO
Siamo alla canna del gas
« Risposta #2 il: 17 Luglio 2012, 22:09:43 »
Il passaggio migliore.

«Non abbiamo ovviamente obiezioni di fronte ai sacrifici che possono essere chiesti ai cittadini in una fase difficile per il Paese ma che si debba rinunciare alla storia, a quelli che sono i fondamenti comuni del nostro vivere civile, ci sembra davvero troppo».

Volkswagen Golf Variant  R-Line TSi.


Offline luckya

  • Super Fordista
  • *****
  • In Idaf da: Giu 2010
  • Post: 2552
  • Auto: Focus II
  • Motore: 1.6 tdci 110cv
  • Altro Motore: 4.6 l/100km
  • Anno: 2010
  • Alimentazione: Diesel
  • Km: oltre 200.000
  • Allestimento: Ikon
Re:Siamo alla canna del gas
« Risposta #3 il: 17 Luglio 2012, 23:01:52 »
ROMA - Spunta l'ipotesi di un accorpamento delle festività per aumentare i giorni lavorativi e dunque il prodotto interno lordo.L'idea è stata confermata in ambienti governativi e potrebbe essere esaminata già dal prossimo cdm di venerdì sulla base del parere di quattro ministeri chiave.

Io non capisco una cosa.
Le aziende chiudono perché mancano le "commesse".
Rimanere aperti due/tre giorni in più l'anno non fa aumentare la commesse.

Sarebbe una cosa utile se ci fosse talmente tanto lavoro da non riuscire a smaltirlo, non in un periodo in cui il lavoro manca.
"...Perché non c'è niente che io detesti di più dell'odore di marcio delle bugie"
10 Febbraio


The Mediator
Between Head
And Hands Must
Be The Heart!





Offline macteo

  • Admin FB Page
  • Moderatore
  • Fordista Sovrano
  • ******
  • In Idaf da: Ott 2008
  • Post: 6324
  • Età: 35
  • Località: Milano
  • sono come tutti, diverso da chiunque
  • Auto: Kuga
  • Motore: 2.0 tdci 163cv
  • Altro Motore: AWD-powershift
  • Anno: 2014
  • Alimentazione: Diesel
  • Km: 10.000 - 50.000
  • Allestimento: Titanium
  • Colore: dark grey
  • Idafizzato: NO
Siamo alla canna del gas
« Risposta #4 il: 18 Luglio 2012, 00:08:26 »
Io non capisco una cosa.
Le aziende chiudono perché mancano le "commesse".
Rimanere aperti due/tre giorni in più l'anno non fa aumentare la commesse.

Sarebbe una cosa utile se ci fosse talmente tanto lavoro da non riuscire a smaltirlo, non in un periodo in cui il lavoro manca.
Infatti è quello che mi chiedo anche io... Non c'è lavoro, le aziende mettono in mobilita, fanno ferie forzate, cassa integrazione e questi che fanno? Chiedono di lavorare di più...
Tutto ciò dopo aver fatto il giochino delle pensioni ed aver creato centinaia di migliaia di esodati.

adesso esce lo striscione con scritto "siete su scherzi a parte" vero?... Vero? No eh :(
« Ultima modifica: 18 Luglio 2012, 00:23:09 da macteo »
[2014->>>] KUGA II 2.0 TDCI AWD (163cv powershift) TITANIUM

[2014->>>] B-MAX 1.0 (100cv ecoboost) TITANIUM

[2008-2014] C-MAX I 2.0 TDCI (136cv Powershift) TITANIUM

[2005-2014] Fiesta MK6 1.2 16v (75cv Zetec) COLLECTION


Offline Claudio M

  • Aliseo, il Saggio.
  • Fordista Sovrano
  • ******
  • In Idaf da: Apr 2007
  • Post: 18003
  • Età: 60
  • Località: Taranto
  • Auto: C-Max I
  • Motore: 1.6 tdci 90cv
  • Anno: 2007
  • Alimentazione: Diesel
  • Allestimento: Ghia full optional intern
  • Idafizzato: SI
Re:Siamo alla canna del gas
« Risposta #5 il: 18 Luglio 2012, 09:29:57 »
Aumentare le ore lavorative???? Dove sta il lavoro???? Ma sai quanta gente in quelle festivita' spende o fa gite fuoriporta ... anche questo uno degli ingranaggi dell'economia. Vogliamo fermare anche questo? Tanto. Sono convinto che la pseudosinistra non e' daccordo ma appoggia.

Se non riusciamo a liberarci a breve tempo, finiremo male.... molto ma molto male. Questi non sono dei tecnici ma dei pistoleros, de bounty killer assoldati per uccidere dai politici infami e codardi visto che non hanno il coraggio di farlo loro.

Quando la gente ne chiedera' conto sapete cosa ci risponderanno gli infami?? Non siamo stati noi... e' stato Monti, noi non eravamo daccordo.

Fordista dal 1985.

Online Vadocomeundiavolo

  • Collaboratore dello Staff
  • Super Fordista
  • *****
  • In Idaf da: Feb 2012
  • Post: 3531
  • Età: 45
  • Località: Wolfsburg-Niedersachsen-Deutschland
  • Auto: Non ho una Ford
  • Altro Motore: 1.4
  • Anno: 2016
  • Alimentazione: Benzina
  • Km: 0 - 10.000
  • Allestimento: R-Line
  • Colore: Argento
  • Idafizzato: NO
Siamo alla canna del gas
« Risposta #6 il: 18 Luglio 2012, 09:49:26 »
I professori servono per trovare soluzioni valide e credibili sui i mercati internazionali, no per trovare questi rimedi da bancarella per aumentare il PIL.
Certo che per come si calcola il PIL ora, anche una fila di un km lo fa aumentate, perché aumenta il consumo di carburante. 
Volkswagen Golf Variant  R-Line TSi.


Offline Claudio M

  • Aliseo, il Saggio.
  • Fordista Sovrano
  • ******
  • In Idaf da: Apr 2007
  • Post: 18003
  • Età: 60
  • Località: Taranto
  • Auto: C-Max I
  • Motore: 1.6 tdci 90cv
  • Anno: 2007
  • Alimentazione: Diesel
  • Allestimento: Ghia full optional intern
  • Idafizzato: SI
Re:Siamo alla canna del gas
« Risposta #7 il: 18 Luglio 2012, 10:07:19 »
I professori servono per trovare soluzioni valide e credibili sui i mercati internazionali, no per trovare questi rimedi da bancarella per aumentare il PIL.
Certo che per come si calcola il PIL ora, anche una fila di un km lo fa aumentate, perché aumenta il consumo di carburante. 

min@@@a .... figurati che ci sta all'uscita di Bologna Borgo Panigale!

Fordista dal 1985.

Offline ic乇ᄊム刀

  • Fordista Sovrano
  • ******
  • In Idaf da: Lug 2011
  • Post: 13521
  • Località: roma
  • Motore: 1.6 tdci 109cv
  • Anno: 2008
  • Alimentazione: Diesel
Re:Siamo alla canna del gas
« Risposta #8 il: 18 Luglio 2012, 12:21:51 »
ma lavorare durante le ore lavorative no ehhhhh.......gliè facesse male...

mi sembra come quando a noi i capi ci chiedono di lavorare il sabato...loro non fanno nulla durante la settimana e a noi ci chiedono di lavorare il sabato...
premetto che i nostri due capi da noi "lavorano" insieme a noi...

Offline macteo

  • Admin FB Page
  • Moderatore
  • Fordista Sovrano
  • ******
  • In Idaf da: Ott 2008
  • Post: 6324
  • Età: 35
  • Località: Milano
  • sono come tutti, diverso da chiunque
  • Auto: Kuga
  • Motore: 2.0 tdci 163cv
  • Altro Motore: AWD-powershift
  • Anno: 2014
  • Alimentazione: Diesel
  • Km: 10.000 - 50.000
  • Allestimento: Titanium
  • Colore: dark grey
  • Idafizzato: NO
Siamo alla canna del gas
« Risposta #9 il: 18 Luglio 2012, 22:26:33 »
E mentre da una parte si propone l'assurdo di lavorare di più facendo meno ferie, dall'altra, nell'Italia quella vera, la Fiat chiude lo stabilimento per dieci giorni mettendo 2500 in cassa integrazione forzata.

http://www.tgcom24.mediaset.it/economia/articoli/1053105/crisi-fiat-il-mercato-dellauto-e-sui-livelli-del-79 e-pomigliano-si-fermera-dal-20-al-31-agosto.shtml
« Ultima modifica: 18 Luglio 2012, 22:31:09 da macteo »
[2014->>>] KUGA II 2.0 TDCI AWD (163cv powershift) TITANIUM

[2014->>>] B-MAX 1.0 (100cv ecoboost) TITANIUM

[2008-2014] C-MAX I 2.0 TDCI (136cv Powershift) TITANIUM

[2005-2014] Fiesta MK6 1.2 16v (75cv Zetec) COLLECTION