Link e utilità ... > Il Codice della Strada

Patente B: cosa copre?

<< < (3/4) > >>

Mr Simmy:

--- Citazione da: leale71 - 27 Luglio 2009, 15:18:59 ---con solo la B puoi guidare fino a 125 cc, solo in Italia  ;)  ;)

--- Termina citazione ---

Attenzione a questa affermazione.
E' più giusta la specificazione fatta da Barone.
Ci sono motocicli di cilindrata inferiore che hanno più di 11 kW e che non possono essere guidati solo con la "B".

In ogni caso è un marasma... anche noi ci troviamo in difficoltà.
Chi ha preso la patente prima dell'89 si trovava la "A" senza timbri, quindi può guidare qualsiasi motociclo anche senza aver fatto corsi.
Poi hanno cominciato a sbarrare la "A" in modo che potevi guidare con la "B" fino a 11kW.
Adesso di fatto chi ha preso la patente "vecchia" può guidare motocicli solo in Italia (e in alcuni Paesi stranieri non dell'UE) perchè non è riconosciuta valida dalla Unione Europea.
In pratica se con la vecchia patente B senza timbri sulla A, nonostante abbia sempre guidato moto di grossa cilindrata in Italia, decidessi di andare a farmi un giro in Germania... sarei multato per guida senza patente.
Se invece andassi in Bosnia (dove per accordi bilaterali hanno riconosciuto la validità della patente) potrei circolare liberamente.

Un consiglio?
Aspetta i 21 anni e prendi la nuova patente.

...la cosa assurda è che non mi risulta esistere una procedura di conversione. qualcuno ha maggiori info su questo ?

slowped:

--- Citazione da: Mr Simmy - 28 Luglio 2009, 09:25:09 ---Chi ha preso la patente prima dell'89 si trovava la "A" senza timbri, quindi può guidare qualsiasi motociclo anche senza aver fatto corsi.
Poi hanno cominciato a sbarrare la "A" in modo che potevi guidare con la "B" fino a 11kW.
Adesso di fatto chi ha preso la patente "vecchia" può guidare motocicli solo in Italia (e in alcuni Paesi stranieri non dell'UE) perchè non è riconosciuta valida dalla Unione Europea.

--- Termina citazione ---

Scusa Simone, io ho sempre fatto riferimento a questo schema, relativo alla patente B:


* Conseguita prima dell'1/1/1986: tutti i motocicli in Italia  e all'estero.
* Conseguita tra l'1/1/86 e il 25/4/88: tutti i motocicli in Italia; per guidare all'estero occorre fare una prova pratica di guida.
* Conseguita dopo il 26/4/88: motocicli con cilindrata fino a 125cc e 11 kW in Italia; non è valida all'estero



--- Citazione da: Mr Simmy - 28 Luglio 2009, 09:25:09 ---In pratica se con la vecchia patente B senza timbri sulla A, nonostante abbia sempre guidato moto di grossa cilindrata in Italia, decidessi di andare a farmi un giro in Germania... sarei multato per guida senza patente.

--- Termina citazione ---

Vero, se hai preso la patente tra l'86 e il 25 aprile 88. Io, che l'ho presa prima dell'86, ho anche il timbro sulla "A" e posso guidare tranquillamente in tutta l'Unione Europea e, come hai giustamente sottolineato, negli stati con cui sono stati stipulati accordi bilaterali di riconoscimento della patente. Per tutti gli altri stati è necessario il "permesso internazionale", rilasciato dall'Ufficio Provinciale della Direzione Generale della Motorizzazione Civile del luogo di residenza del richiedente, previa esibizione della patente di guida in corso di validità.



--- Citazione da: Mr Simmy - 28 Luglio 2009, 09:25:09 ---Un consiglio? Aspetta i 21 anni e prendi la nuova patente.

--- Termina citazione ---

Se vuole guidare subito moto di potenza superiore ai 25kW conviene aspettare. Se la prendesse ora, conseguirebbe la "A limitata" e le limitazioni cadrebbero a 2 anni dal conseguimento, ossia passati due anni potrebbe guidare qualsiasi tipo di motociclo.

Se invece è disposto a farsi uno o due anni di purgatorio con una moto depotenziata può prendere subito la patente "A limitata" e poi :

a) al compimento del 21-esimo anno, rifare l'esame per la A senza limiti

oppure

b) aspetta due anni dal conseguimento della limitata e poi, senza dover rifare l'esame, guida quello che gli pare

In ogni caso ci sono diverse moto depotenziate (Monster e Multistrada 620, per fare due esempi di casa Ducati) divertenti da guidare in attesa di fare il grande salto.

Pri, se vuoi altre info chiedi pure.

slowped:

--- Citazione da: abega - 28 Luglio 2009, 10:26:44 ---Riguardandola, ho visto i vecchi bolli applicati... che incubo!

--- Termina citazione ---

Non me ne parlare. Nel 1988 il bollo sulla patente passò da 15.000 a 18.000 lire dopo che i bolli erano stati già stampati e acquistati dai cittadini. Dato che guidavo solo saltuariamente macchine prestate da amici, mi dimenticai di acquistare la marca da 3.000 lire di integrazione. Fui fermato da un vigile urbano alquanto xenofobo che mi accusò di essere passato col rosso (era arancione, dopo di me passarono altre due macchine a cui non fece niente, ma non erano targate TA). Non contento della contravvenzione che mi aveva elevato, notò che sulla mia patente (che aveva tutti i bolli precedenti regolarmente incollati) mancava la marca di integrazione e mi promise che avrebbe segnalato la cosa all'intendenza di finanza (non poteva multarmi lui direttamente per la mancanza del bollo).

Be' quando, dopo essere stato convocato, mi recai presso il competente ufficio per "sanare" la mia posizione gli impiegati dell'intendenza a stento trattenevano le risate: secondo loro ero il primo in Italia multato per tale mancanza  :-X :-X :-X

Tex:

--- Citazione da: slowped - 28 Luglio 2009, 10:49:24 ---Non me ne parlare. Nel 1988 il bollo sulla patente passò da 15.000 a 18.000 lire dopo che i bolli erano stati già stampati e acquistati dai cittadini. Dato che guidavo solo saltuariamente macchine prestate da amici, mi dimenticai di acquistare la marca da 3.000 lire di integrazione. Fui fermato da un vigile urbano alquanto xenofobo che mi accusò di essere passato col rosso (era arancione, dopo di me passarono altre due macchine a cui non fece niente, ma non erano targate TA). Non contento della contravvenzione che mi aveva elevato, notò che sulla mia patente (che aveva tutti i bolli precedenti regolarmente incollati) mancava la marca di integrazione e mi promise che avrebbe segnalato la cosa all'intendenza di finanza (non poteva multarmi lui direttamente per la mancanza del bollo).

Be' quando, dopo essere stato convocato, mi recai presso il competente ufficio per "sanare" la mia posizione gli impiegati dell'intendenza a stento trattenevano le risate: secondo loro ero il primo in Italia multato per tale mancanza  :-X :-X :-X

--- Termina citazione ---

mmm che simpaticone questo vigile.... gli hai augurato ogni possibile felicità vero ?!?!?!?  ;)

slowped:

--- Citazione da: Tex - 28 Luglio 2009, 12:00:43 ---mmm che simpaticone questo vigile.... gli hai augurato ogni possibile felicità vero ?!?!?!?  ;)

--- Termina citazione ---

Sarebbe stato inutile... i miei auguri si sarebbero accodati a quelli di tutti gli altri colpiti dalle angherie del personaggio.

Intendiamoci, io non ho nulla contro la categoria. Anzi, fosse per me sarei ancora più duro contro certe infrazioni (mancata precedenza ai pedoni sugli attraversamenti, divieto di sosta in prossimità degli incroci, , uso immotivato del clacson nei centri abitati, emissioni fuori norma, ecc.). Ma bisogna usare il buon senso. Multare, come ho visto fare, un'auto perché la sagoma sporge di 5 cm dalle strisce proprio lo trovo fuori luogo.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa